Come essere felice ora
Il titolo di questo articolo è un po' a trabocchetto,per quanto riguarda il problema al quale si propone di dare una soluzione. Il problema sta nell'ultima parola: " ora" . Quindi il titolo corretto sarebbe " come essere felici - Ora" : parliamo allora del potere del qui e ora.
Ora è il momento presente e solo questo momento. Perché Ora è proprio questo. Quell'Ora all'inizio del paragrafo e tutti quelli successive sono già diventati passato. E la prossima parola con la O maiuscola che sarà menzionata qui sarà un Ora futuro.
Perchè tutte queste sciocchezze a proposito del momento presente? Perché,per la verità, Ora ,o il momento presente, è l'unico momento che esiste veramente. E perché capire questo è così importante per la felicità di ognuno? Perché la maggior parte della nostra infelicità, e ogni altro pensiero ed emozione negativa,esiste o nel passato o nel futuro che in realtà non esistono.
Il momento presente è senza tempo,eterno. E in esso,nel momento in cui ci siamo veramente,essere infelici è impossibile. Sfortunatamente,la maggior parte delle volte che siamo nel momento presente, nella nostra testa,pensiamo,giudichiamo, proviamo rancore per qualcosa del passato o ci preoccupiamo del futuro. Ma in questo momento, Ora dove il passato è ormai alle spalle e il futuro deve ancora arrivare,non c'è niente di tutto questo (o comunque non c'è nessun bisogno che ci sia).
C'è solo il vento o il sole o le nuvole. Persone e animali in movimento o che si riposano. I nostri pensieri e sentimenti su queste circostanze sono spesso giudizi,ma la felicità non è un giudizio. E' un modo di essere interiore,indipendentemente dalle circostanze,pensieri,sentimenti e giudizi.
Prova per un attimo ad essere semplicemente nell'Ora. Non è così complicato come potrebbe sembrare. Tutto quello che è necessario è mettere in pausa la mente per un momento per lasciare che quell' osservatore che è dentro ognuno di noi possa osservare il momento presente.
Osserva il vento,il sole,le nuvole. Osserva le persone e gli animali. Ma specialmente osserva i pensieri,sentimenti,i giudizi su queste cose: anche quelli che sorgono a proposito di questo esercizio magari. E renditi conto che tu non sei nessuno di questi pensieri e giudizi. Tu sei l'osservatore silenzioso che sta guardando e ascoltando tutto questo. Prova più che puoi a sperimentare questo stato almeno per un momento e poi domandati se in uno stato di questo genere c'è spazio per tristezza e infelicità .
L'osservatore silenzioso,che è il vero te,è in pace,non toccato minimamente dagli errori del passato e dalle speranze per il futuro. Non sono le varie circostanze che ci rendono felici o infelici. E questo è il motivo per cui ogni volta facciamo in modo di ottenere un qualcosa che dovrebbe servirci per essere felici, troviamo quasi immediatamente qualcos'altro che ha necessità di essere aggiustato, dal quale far dipendere la nostra felicità o infelicità,qualcos'altro che dobbiamo avere o che dobbiamo cambiare per mantenere questo stato di benessere e scacciare via il rischio di infelicità futura.
Le resistenze rispetto all'essere completamente presente nell'esperienza del momento, dell'Ora, così com'è , è quello che in realtà causa l'infelicità . L'accettazione del momento presente,l'abbracciare l'Ora così com'è,libero e non condizionato ne dal passato né dal futuro,è quello che invece ci permette di raggiungere uno stato di felicità duraturo.

Guestbook

Bookmark and Share